Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
This is Cosmos Country

This is Cosmos Country

Pagina italiana sulla squadra di "soccer" americana più famosa al mondo: I New York Cosmos

Cosmos, aspettando Miami

Il 16 Giugno 2017 i Cosmos hanno completato il loro trittico di partite casalinghe vincendo contro il Puerto Rico FC di Carmelo Antony che pur essendo il fanalino di coda ha comunque meritato l'onore delle armi andando anche in vantaggio durante il primo tempo. La sfida si è svolta di venerdì e questo ha sicuramente influito negativamente sull'affluenza all'MCU Park. Per ovviare a questo problema l'ufficio marketing della squadra ha organizzato un double header che ha visto prima della sfida ufficiale un'interessante amichevole tra i Cosmos B militanti in NPSL ed una selezione di stelle olandesi in pensione denominata New York Dutch Lions, che tra le altre cose vanta anche una squadra semiprofessionista militante in PDL allenata dall'ex Cosmos Wim Rijsbergen. La squadra newyorkese, così come quelle di Houston e Dayton fa parte di un progetto per sviluppare ed espandere le virtù del total voetbal, così come veniva chiamato il calcio olandese ai tempi dell'Olanda e dell'Ajax di Cruijff, nella terra dello Zio Sam. Oltre al carattere spettacolare dell'amichevole questa partita ha avuto un significato molto importante sia per la squadra più famosa d'America che per la città di New York in generale, essendo stata fondata da coloni olandesi col nome di Nieuwe Amsterdam nel 1624. Il passaggio degli olandesi rimane nella toponomastica di alcune zone della città come Harlem, così denominata per via della città di Harleem e Brooklyn che deve il suo nome a Breukleen, ed anche la bandiera della città riprende, sebbene posti in verticale invece che in orizzontale i colori dell'antica madrepatria, per tacere del motto ufficiale della città Eendracht Maakt Macht che significa l'unione fa la forza. Nella storia più recente la New York del soccer ha potuto vantare anche se solo per un paio di amichevoli il profeta del goal Johan Cruijff, recentemente scomparso, ed i due ex nazionali olandesi Wim Rijsbergen e Johan Neeskens, che aveva in precedenza giocato per Ajax e Barcellona. Oltre a questa amichevole tra vecchia glorie e giovani di belle speranze che affonda le radici nella storia calcistica e non solo della grande mela, la squadra di Savarese ha anche partecipato ufficialmente alla Mermaid Parade, parata allegorica che dal 1983 si tiene in quel di Brooklyn il sabato precedente al 21 Giugno per simboleggiare l'arrivo della primavera in stile carnevalesco e che è diventata oramai un appuntamento fisso per gli abitanti del borough. Questa strategia dell'ufficio marketing unita ad alcune promozioni come eventuali sconti riguardanti il vicino Luna Park di Coney Island per chi acquista un biglietto per le partite casalinghe, sta lentamente facendo si che i Cosmos diventino parte della comunità locale ed anche credibile opzione per chi dalle altre parti della città si reca a Brooklyn per passare un gradevole fine settimana. Così hanno pensato quei 4927 spettatori presenti all'MCU Park che hanno potuto assistere ad un match spettacolare ed al cardiopalma, perché anche se come già detto i PRFC sono ultimi il classifica, la Nasl è una lega molto competitiva dove nessuna partita va presa sottogamba e vista l'imprevista sconfitta casalinga contro Edmonton, a New York hanno imparato la lezione. Savarese manda in campo Maurer in porta, supportato dai centrali Mendes, capitano della squadra coadiuvato dall'ex New England Revolution Darrius Barnes che sostituisce il canadese Jakovic, indisponibile per via di un leggero infortunio avvenuto durante le qualificazioni della nazionale canadese,ed i terzini Richter e Mulligan. A centrocampo troneggia il faro Danny Sztela è supportato dai centrali Javi Marquez, che ha da poco rinnovato il contratto con i biancoverdi per il resto del campionato, ed il salvadoregno Andre Flores. Nel ruolo di ali invece sono presenti il colombiano-americano Walter Restrepo e lo spagnolo Ayoze, tornato alle origini dopo anni spesi come difensore. Irvin Herrera interpreta un'altra volta il ruolo di attaccante solitario. L'allenatore ad interim Marco Velez, assunto al ruolo di allenatore in prima dopo l'esonero dell'inglese Adrian Whitebread schiera Pack, Kavita, Soria, Ramirez, Dawson, Quintillà, Doyle, Gentile, Puerto, Yuma e Welshmann. A scaldare le rispettive panchine troviamo Holt, Ochieng, Calvillo, Menjivar, Ledesma, Starikov e il neoacquisto Vranijcan per i biancoverdi, mentre per la tropa naranja presenziano Thompson, Kafari, Marrero, Ramos, Dias, Culbertson e Rivera. Dirige la partita l'arbitro David Gantar. Nei primi minuti la sfida si presenta già scoppiettante con repentini cambi di fronte e i portoricani Gentile e Doyle che si rendono pericolosi, ma al 12' per via di un fallo di Ramon Soria che viene pertanto ammonito la squadra di casa guadagna un calcio di punizione che l'ex Sporting Gijon Ayoze concretizza con un tiro magistrale che trova la via del goal sbloccando il risultato per la squadra di Savarese. 1-0 per i Cosmos ma la partita è tutt'altro che in discesa, perché dopo soli quattro minuti la tropa naranja pareggia grazie ad un tiro potente di Jairo Puerto imbeccato dall'italiano Giuseppe Gentile. 1-1 e la danza continua con gli arancioni che prendono confidenza e diventano via via aggressivi fino ad arrivare addirittura al vantaggio momentaneo al 24' con Conor Doyle che assistito da Jairo Puerto non sbaglia fulminando Jimmy Maurer portando così in vantaggio gli ospiti tra lo stupore della folla. 2-1 per Puerto Rico in un MCU Park attonito. New York non si perde d'animo ed un minuto dopo Ayoze cerca di rendersi pericoloso ma viene pizzicato dal guardalinee in posizione irregolare, e poco dopo Doyle commette un brutto fallo sul capitano Mendes finendo anche lui così sul taccuino arbitrale. Pochi minuti di interruzione e O Capitao lascia il campo sostituito al 31' dal keniota Ochieng. Al 33' Puerto viene imbeccato da Quntillà ma spara alto, la risposta di New York è veloce con Herrera che poco dopo impensierisce la difesa arancione senza però riuscire ad andare in rete. Al 36' Welshman si presenta davanti alla porta difesa da Maurer ma spara anche lui troppo in alto. Al 38' Gentile ci prova di testa e Barnes manda in angolo. Un minuto dopo Gentile viene ammonito per gioco pericoloso ed al 43' Quintillà guadagna un cartellino giallo per un brutto fallo su Javi Marquez, ma è sempre la squadra ospite a rendersi pericolosa con un altro tentativo di Gentile che prova ancora di destro ma il suo tiro viene deviato in angolo. Nel finale del primo tempo ci riprova ancora Herrera ma manca di poco. Finisce il primo tempo e nello spogliatoio Savarese striglia i suoi. Alla fine della partita commenterà :”Non posso ripetere qui ciò che ho detto in spogliatoio o verrei censurato”. La seconda frazione di gioco comincia ma almeno all'inizio sembra che le cose non cambino, con i portoricani che si guadagnano subito un calcio d'angolo e che si rendono pericolosi con Quintillà che al 49' va vicino al goal ma il suo tiro viene respinto dalla difesa. Raccoglie il rimbalzo favorevole Welshamm ma il pallone vola sopra la traversa. Al 50' si fanno rivedere i Cosmos con Mulligan che da fuori manda di poco a lato. Al 52' Quintillà è colto in offside, un minuto dopo capita la stessa cosa ad Ayoze. Al 54' un tiro da lontano di Yuma finisce alto sopra la traversa, al 55' un tiro di Ayoze, assistito da Herrera, viene salvato dal portiere avversario, ci prova sul rimbalzo Richter ma stavolta l'estremo difensore arancione trattiene. Comincia una fase della partita poco spettacolare e piena di piccoli falli dove entrambe le squadre cercano di guadagnare metri avanzando verso l'area avversaria come se fosse una guerra di trincea, con falli e calci di punizione da entrambi i lati aspettando di avvicinarsi abbastanza all'area avversaria o trovando la palla buona per scattare subito in avanti oppure uscire dalla propria scongiurando il pericolo sperando in un repentino contropiede. Al 60' è Javi Marquez ad essere ammonito per via di un fallo su Jairo Puerto, ed al 62' Savarese manda in campo Emmanuel Ledesma al posto di Jimmy Mulligan, ignaro forse della svolta che prenderà la partita grazie a questa sostituzione. Al 66' è ancora Quintilla che cerca di segnare il terzo goal per i portoricani ma il suo tentativo viene bloccato da Maurer. New York riparte con Ledesma che al 69' vede un suo tiro deviato in angolo da Kavita. Dal calcio d'angolo nasce l'azione del pareggio dei ragazzi di Savarese che grazie ad un'azione nata dal calcio d'angolo trovano la rete con Ledesma che assistito da Flores tira una staffilata da fuori area che si infila nel lato destro della rete lasciando attonito il portiere Pack. 2-2 ed i Cosmos tornano alla carica, ma i portoricani vogliono vendere cara la pelle ed al 71' è ancora Gentile che ci riprova di destro ma senza cambiare le sorti della partita. Al 74' però New York trova la via del vantaggio con Walter Restrepo che concretizza un passaggio di Herrera da una distanza molto ravvicinata. 3-2 e la ruota gira per New York. Velez cerca di raddrizzare le sorti dell'incontro sostituendo Gentile con Culbertson ma la solfa non cambia. Puerto Rico cerca di avvicinarsi all'area avversaria a piccoli passi, ed al 77' effettua un'altra sostituzione, con Welshman che lascia il campo per Hector “Pito” Ramos. Ma è ancora New York a rendersi pericolosa con Herrera che al 78' tira di poco a lato. All' 81' Rudy Dawson commette un brutto fallo su Ledesma e viene espulso. All'84' Herrera ci riprova ancora ma senza fortuna, la palla viene deviata in corner da Kavita. All'85 Doyle viene sostituito da Marrero, ed all'88 Vranjcan finalmente entra in campo rilevando il salvadoregno Herrera. La partita è agli sgoccioli ma Culbertson cerca di salvare le sorti dei portoricani grazie ad un assist di Quintillà ma Jimmy Maurer non si fa cogliere impreparato. Il direttore di gara decide di assegnare ben 5' di recupero, la squadra arancione cerca in ogni modo di acciuffare il pareggio ed Hector Ramos al 91' ci prova da distanza ravvicinata ma il pallone finisce fuori sulla sinistra. Poco dopo Culbertson riceve un giallo dall'arbitro per azione fallosa nei confronti di Javi Marquez. Si continua a giocare dopo qualche minuto e Pablo Vranijcan trova subito la via del goal, quale migliore esordio per il nuovo acquisto dei newyorkesi, pochi secondi dopo l'arbitro fischia la fine delle ostilità con New York che vince per 4 reti a 2 e si prepara per la difficile sfida contro i sorprendenti Miami FC che si sono imposti su Jacksonville per ben 4-0 e la prossima settimana si confronteranno coi Cosmos tra le mura amiche del Riccardo Silva stadium. Savarese si dice comunque soddisfatto del risultato :”Non abbiamo vinto molte volte in casa quest'anno, per cui per noi è stato molto importante guadagnare i tre punti, è stata una grande festa per noi perché i ragazzi ce l'hanno messa tutta e questi punti per noi sono molto importanti per andare avanti. Settimana prossima abbiamo una partita molto difficile, ora ci godiamo questo momento, poi guarderemo cosa avremmo potuto fare meglio e ci prepareremo per la sfida imminente”. Parlando di Ledesma, Savarese ne ha lodato la classe e cosa è stato capace di fare in campo :”Penso che Ledesma abbia dato la giusta scossa per cambiare le sorti della partita. Ha segnato un goal stupendo che è stato molto importante per noi, il suo modo di affrontare la partita ci ha risollevati di morale, e penso che il secondo tempo sia stato molto meglio ma dobbiamo imparare a partire nel modo giusto. Nel secondo tempo sembrava di vedere un'altra squadra con un altro spirito e penso che Ledesma sia stato molto importante per noi”. L'argentino era partito dalla panchina per via di un problema alla caviglia che non si era ancora del tutto risolto ma una volta in campo ha fatto del suo meglio ed i risultati si sono visti. L'ex Novara e Crotone ha dichiarato :”La caviglia non è ancora al 100% ma la mia testa lo è, se hai pensieri positivi puoi fare tutto quello che vuoi. Prima di segnare, avevo calciato il pallone con il piede destro ed avevo sentito dolore, ma ho continuato ed ho segnato, e sono molto felice perché abbiamo vinto, avevamo bisogno dei tre punti e li abbiamo ottenuti”. Ledesma tra le altre era stato messo sotto contratto dalla società per l'intera durata del campionato Nasl, diventando così un'altra certezza assieme al prolungamento contrattuale di Javi Marquez, due proroghe che la dicono lunga sulla solidità della squadra a differenza dello scorso anno quando Farfan, Lahoud, Freeman e Niko Kranjicar vennero lasciati partire impoverendo così l'organico. “Siamo molto contenti di poterlo tenere in rosa” aveva detto ai giornalisti Savarese :”Le sue qualità e la sua esperienza sono molto importanti per noi, non vediamo l'ora di poter vedere il suo contributo sul campo”. Non si discosta di molto il commento positivo sul centrocampista ex Liga spagnola Javi Marquez :”Siamo molto felici del rinnovo contrattuale di Javi, perché è diventato un giocatore molto importante per la nostra squadra. Si è adattato bene ed in fretta ai nostri schemi ed è diventato uno dei giocatori migliori della lega”. Marquez ha commentato ringraziando la nuova proprietà, forse anche per evidenziare la discontinuità con la vecchia gestione targata O' Brien anche se la Sela Sport è comunque rimasta come socio minoritario :”Voglio ringraziare il presidente Rocco Commisso, l'allenatore Giovanni Savarese ed il suo staff, per la fiducia ed il supporto che mi sono stati dati durante il campionato, sono felice di poter prolungare il contratto e poter così costruire una squadra vincente assieme ai miei compagni di squadra”. Intanto non si sa ancora nulla di Amauri, anche se formalmente risulta ancora sotto contratto con la squadra, ma probabilmente i dirigenti assieme al procuratore del giocatore staranno cercando una risoluzione del contratto il più possibile indolore. Per quanto riguarda l'attaccante della liga di cui si era parlato in passato, secondo alcune indiscrezioni potrebbe trattarsi del basco Gaizka Toquero, già di Alaves, Atletico de Bilbao ed Eibar, al momento ancora in forza alla squadra di Gasteiz o Vitoria a seconda che lo si voglia dire in basco o castigliano, ma pare sia finito fuori rosa per dissidi con l'allenatore. Se anche lui dovesse firmare per i newyorkesi i Cosmos avrebbero così un'altra punta di valore internazionale e rafforzerebbe ulteriormente i rapporti tra la Nasl e la Liga spagnola, e darebbe ulteriore peso ad un attacco completamente da ricostruire. In attesa della sfida cruciale nella capitale della Florida e di avere notizie sull'attaccante dell'Alavez nonché sul futuro di Amauri, da New York è tutto


 

THIS IS COSMOS COUNTRY

E' Gaizka Toquero l'attaccante che i Cosmos stanno cercando? Lo sapremo nelle prossime puntate

E' Gaizka Toquero l'attaccante che i Cosmos stanno cercando? Lo sapremo nelle prossime puntate

Condividi post

Repost 0
Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:

Commenta il post