Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
This is Cosmos Country

This is Cosmos Country

Pagina italiana sulla squadra di "soccer" americana più famosa al mondo: I New York Cosmos

Cosmos campioni autunnali

Dice un proverbio chi ben comincia è a metà dell'opera e nella corsa al titolo Nasl 2016 I New York Cosmos si sono aggiudicati la Fall Season, il che permette loro di disputare la semifinale in casa ed il North American Soccer Trophy, chiamato antecedentemente Woosnam Cup. Durante la prima di un trittico di trasferte i biancoverdi hanno superato con difficoltà la trasferta canadese che li vedeva fronteggiare la squadra capitolina del paese dalla foglia d'acero, in un'ennesima replica del soccer bowl della scorsa stagione quando dopo una partita molto emozionante e piena di spettacolo e colpi di scena New York si aggiudicò il secondo trofeo dell'era contemporanea grazie ad una tripletta di Gaston Cellerino che permise così agli ex nazionali iberici Senna e Raul di terminare la loro sfavillante carriera con un ultimo ulteriore trofeo vestendo la maglia di un club di fama mondiale. A distanza di un anno la situazione è assai diversa. Gli Ottawa Fury hanno smantellato la squadra della scorsa stagione vendendo i pezzi più pregiati e cambiando persino allenatore, ma anche i newyorkesi a distanza di un anno hanno rivoluzionato il proprio organico. Oltre ai due fuoriclasse provenienti dalla Liga spagnola che come già detto hanno appeso gli scarpini al chiodo dopo la finale Nasl hanno lasciato la squadra di soccer più famosa d'America anche Hunter Freeman, di recente acquistato dai Miami FC di Nesta, Gaston Cellerino, matador della finale portato dal suo procuratore in Bolivia, Leo Fernandes e Walter Restrepo prelevati dai Philadelphia Union che li hanno girati poi alla squadra satellite dei Betlehem Steel, ed Hunter Gorskie che sfruttando il suo passaporto europeo è approdato nella serie B polacca. Nonostante i radicali cambiamenti nel parco giocatori resi ancora più drammatici dalle defezioni a campionato in corso del croato Niko Kranjcar, attirato dalle sirene europee dei Glasgow Rangers, Michael Lahoud, il già citato difensore Hunter Freeman e il centrocampista difensivo Gabriel Farfan, tutti tre ora in forza alla nuova franchigia sita nella capitale della Florida di proprietà di Paolo Maldini e del suo socio Riccardo Silva. Ciononostante i New York Cosmos sebbene abbiano perso il titolo primaverile a vantaggio degli Indy Eleven per differenza reti hanno occupato stabilmente anche quest'anno la prima posizione sia nella classifica della Fall Season che in quella generale, mentre gli Ottawa Fury, partiti molto in sordina sono quest'anno fuori dalla corsa ai play-off nonostante incoraggianti segnali di ripresa che hanno se non altro rialzato la posizione in classifica ed il morale dei tifosi. In più New York mai come negli altri anni ha riscontrato difficoltà durante le sfide in trasferta, e sebbene negli ultimi tempi questo gap sia stato in parte colmato quando New York lascia l'Hofstra Stadium, come le squadre inglesi degli anni d'oro della Big League nelle coppe europee, perde un terzo della sua pericolosità in campo. L'ultima sconfitta in trasferta risale appena al 24 Settembre nell'inferno di Indianapolis che sembra essere per i boys in green dell'era odierna come la fatal Verona per il Milan. Giovanni Savarese, privo di Ayoze squalificato per somma d'ammonizioni, Lucky Mkosana infortunatosi in allenamento, David Ochieng, Alexis Velela e Yasmani Duk impegnati con le rispettive nazionali, schiera in campo Jimmy Maurer in porta, l'inedita coppia centrale Mendes-Ockford, l'ex Ottawa Fury Ryan Richter terzino di fascia destra e il colombiano David Diosa su quella opposta. A centrocampo il ruolo di faro centrale leggermente arretrato tanto caro a Savarese troviamo lo scozzese ex Columbus Crew Adam Moffat. Ruben Bover, miglior giocatore Nasl della settimana precedente e l'ex stella della Bundesliga Juan Arango formano il reparto centrale mentre il ruolo delle ali è affidato all'italo-uruguagio Sebastian Guenzatti sul lato destro e il venezuelano ex nazionale Yohandry Orozco a sinistra. Il costaricano Jairo Arrieta recita la parte del solista in attacco. Nei primi minuti New York sembra partire col piede sull'accelleratore, al 5' ci prova David Diosa assistito da Richter, un minuto dopo è Moffat che cerca di andare in rete su assist di Orozco ma senza fortuna e su respinta del portiere Arrieta trova ancora una volta la difesa pronta respingere, Richter prova un passaggio filtrante ma l'ex nazionale del Costarica viene pescato in fuorigioco. Dopo le prime folate dei biancoverdi la squadra di casa comincia a prendere controllo della partita, al 10' Ryan Williams si rende pericoloso grazie ad un assist fornitogli dall'ex Rochester Rhinos ed Austin Aztecs Lance Rozeboom. Appena un minuto dopo si presenta in area dei Cosmos Thomas Stewart che assistito da James Bailey tira in porta per trovare Jimmy Maurer pronto a respingere. Trovatosi ancora il pallone tra i piedi tenta ancora la sorte ma il suo tiro finisce alto. I canadesi non si arrendono ed al 12' è ancora Thomas Stewart che ci prova da lontano ma il suo tiro sebbene potente viene intercettato dalla difesa newyorkese. Cinque minuti dopo Stewart viene pescato in offside ed i Cosmos cercano di farsi vedere in area avversaria. Al 19' lo scozzese Adam Moffat ci prova con uno dei suoi proverbiali razzi ma il suo tiro finisce a lato sulla sinistra. Al 23' è Yohandry Orozco a cercare la fortuna tirando di sinistro da fuori area, ma il suo tiro, sebbene potente, non centra lo specchio della porta e si spegne sul lato destro. Dopo alcune schermaglie nella parte centrale del campo al 27' ci prova ancora Moffat senza fortuna, ed un minuto dopo per via di un fallo di Ryan Williams Ruben Bover guadagna un calcio di punizione dalla quale scaturisce un'azione offensiva che termina con assist di Arango per Arrieta ma il guardalinee sventola la bandierina del fuorigioco. Ottawa si risveglia e ricomincia a prendere il controllo della partita, e dopo alcuni calci di punizione guadagnati causa falli commessi da Jimmy Ockford e Ryan Richter al 36' James Bailey assistito ancora una volta da Lance Rozeboom tira dal lato destro ma la difesa di New York fa buona guardia. Dopo un repentino cambio di fronte al 38' è Ruben Bover che grazie ad un passaggio di Guenzatti è tira dalla distanza ma il suo missile è troppo alto. Dal rinvio del portiere canadese parte il contrattacco della squadra di casa che guadagna subito un calcio d'angolo concesso da David Diosa. Purtroppo per New York nello stesso minuto di infortuna Sebastian Guenzatti che viene sostituito quattro minuti dopo da Andre Flores. Da successivo esame medico risulta che l'italo-uruguagio ha riportato la lesione del legamento crociato anteriore destro ed ha quindi finito così la stagione agonistica, altra brutta tegola per l'allenatore Giovanni Savarese. Al 44' Ottawa si rende ancora una volta pericolosa con Timbo che grazie a un cross di Ryan Williams ci prova di testa, ma Ryan Richter devia in corner. Dopo pochi minuti però New York riesce a riprensentarsi davanti alla porta avversaria con Diosa al 48'. Finisce così il primo tempo e il direttore di gara manda le squadre negli spogliatoi. La seconda metà di gioco vede i canadesi attaccare New York a tambur battente, prima con Rafael Alves e successivamente con Thomas Stewart. Il goal del vantaggio dei capitolini arriva al 54' quando il portiere Jimmy Maurer, solitamente una garanzia ma non particolarmente in forma quel giorno combina un pasticcio difensivo passando la palla a Ruben Bover che non accorgendosi di essere pressato si fa rubare la palla da Ryan Williams che tira centralmente e segna aiutato anche da una disattenzione di Jimmy Maurer che si fa passare il pallone in mezzo alle gambe. Per i Cosmos la strada è in salita ma l'opzione perdersi d'animo non è prevista nel vocabolario dei ragazzi biancoverdi oggi come allora e la loro reazione non si fa attendere anche se gli animi cominciano a scaldarsi ed al 56' Adam Moffat finisce sul taccuino del direttore di gara per un brutto fallo su Timbo. Pochi minuti dopo è invece Carl Haworth a beccarsi un cartellino giallo per un'azione altrettanto fallosa su David Diosa. Falli e calci di punizione si distribuiscono da ambo i lati, ed al 63' per via di una colluttazione il capitano Carlos Medes e Kyle Porter si infortunano entrambi e vengono sostituiti rispettivamente da Jimmy Mulligan e Gerardo Bruna. Il capitano newyorkese salterà la sfida successiva contro Jacksonville. Il pareggio dei Cosmos arriva al 79' ad opera del venezuelano Juan Arango bravo a convertire di testa un cross dello scozzese Adam Moffat che cerca di tirare su cross proveniente dalla destra ma svirgola riuscendo comunque a mantenere il controllo della palla e crossare per la stella venezuelana che cava così le castagne dal fuoco per New York. La gara prosegue senza colpi di scena salvo alcune schermaglie a centrocampo e tentativi di sbloccare il risultato da ambo le parti nonostante l'arbitro abbia decretato un recupero di ben quattro minuti. La squadra di Savarese lascia il paese della foglia d'acero con un punto prezioso e si prepara per la sfida in Florida contro la cenerentola Jacksonville. A causa dell'infortunio del capitano New York si presenta il Florida con la seguente formazione: Jimmy Maurer come estremo difensore, l'inedita coppia centrale Ochieng col redivivo Roversio che fa il suo ingresso in campo dopo mesi. I terzini di fascia sono Ryan Richter, oramai diventato titolare a differenza di Mancini e McTurk che ancora non hanno avuto l'occasione di scendere in campo, e lo spagnolo Ayoze tornato dopo la squalifica. A centrocampo Moffat funge da faro centrale a coprire le spalle alla collaudata coppia centrale Bover – Arango, mentre sulle ali troviamo Flores sulla fascia destra e Yohandry Orozco a sinistra. Il ruolo di punta solitaria è ancora una volta il costaricano Jairo Arrieta. New York parte subito con l'acelleratore pigiato ed al 23' del primo tempo Orozco ricambia la fiducia datagli dal tecnico suo connazionale sbloccando il risultato facendosi trovare pronto sulla ribattuta del portiere Miguel Gallardo che non riesce a trattenere un potente tiro di Jairo Arrieta. Il primo tempo si conclude senza troppe sorprese o colpi di scena ed i Cosmos vanno negli spogliatoi conservando il vantaggio. Nel secondo tempo però Jacksonville cerca di cambiare le sorti del proprio destino ed al 66' a seguito di un'azione cominciata con un repentino cambio di fronte nella metà campo della squadra di casa Alhassane Keita è bravo a insaccare la porta di Jimmy Maurer anche se è da dire che l'azione è stata agevolata da un rimpallo sfortunato di Adam Moffat e che forse c'era stata una carica sul difensore keniota Ochieng ma il direttore di gara Luis Guardia ha pensato fosse opportuno lasciar correre. 1- 1 ma le sorprese non sono finite qui, quando giocano i ragazzi di Savarese in bene o in male non ci si annoia mai, ed al 79' gli Armanda passano addirittura in vantaggio grazie ancora una volta ad un rimpallo vinto a centrocampo ancora una volta Alhassane Keita riesce a tirare un bolide dalla distanza che Maurer non può trattenere e prontamente Zach Steinberger concretizza portando in vantaggio la squadra di casa, coi newyorkesi che vedono così sfumare i loro sogni di gloria. Storicamente però i Cosmos non si sono mai pianti addosso e con poco più di dieci minuti rimasti tentano un assalto alla disperata che all' 81' Derek Gebhard venga ammonito per un brutto fallo su Ruben Bover. Il direttore di gara decreta anche un calcio di punizione che all'83' Juan Arango esegue magistralmente raddrizzando le sorti della sua squadra. La rete provoca delle proteste da parte degli Armada che non la ritengono valida, così Luis Guardia ammonisce per proteste il portiere Miguel Gallardo e Alhassane Keita che avendo già ricevuto un altro cartellino giallo viene così espulso. All' 88' è Charles Eloundou a beccarsi un giallo per via di un fallo su Ayoze e Juan Arango delizia il pubblico presente ed i telespettatori sintonizzati su One World Sports con un'altra rete su punizione da antologia, e non è finita ancora perché in pieno recupero, precisamente al 95, Jairo Arrieta realizza il sui sesto centro stagionale con un gran tiro dalla distanza sigillando il risultato sul 4-2. I New York Cosmos si assicurano così il titolo autunnale ed il primo posto a classifiche congiunte,il che da loro diritto di disputare semifinale ed eventuale finale tra le mura amiche anche se in caso di finale non si sa bene ancora dove, da New York per ora è tutto

 

THIS IS COSMOS COUNTRY

L'ex Borussia M. Juan Arango è sicuramente il miglior acquisto dei Cosmos della stagione 2016

L'ex Borussia M. Juan Arango è sicuramente il miglior acquisto dei Cosmos della stagione 2016

Condividi post

Repost 0
Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:

Commenta il post